Il Test-Plant apparati di accesso e trasporto, situato nei locali della Divisione II è costituito da apparecchiature e strumentazioni per la gestione, il monitoraggio, il testing e la sperimentazione di servizi di rete.


La rete che è possibile realizzare è di tipo access-metro-core multivendor e sfrutta diversi apparati commerciali che permettono di implementare molteplici tipologie di accesso e trasporto, sia convenzionali che allo stato dell’arte. Per la parte metro-core, essa si compone di tre router Juniper (un M10 e due M10i) e di due router Alcatel-Lucent 7750 SR-c12, che possono utilizzare la tecnologia PBB-TE e MPLS-TP, mentre per la parte ci accesso comprende tre router Cisco 3845, un router Alcatel ESS 7450 per la classificazione dei servizi, un router Cisco 3640, utilizzato come Nas-Ras Radius, uno switch Cisco Lightstream per i percorsi ATM. Inoltre, per la sezione di accesso si compone di un ASAM 1000 per l’accesso ADSL, un ASAM 7300 per accessi VDSL ed SHDSL ed un ISAM 7324 per l’accesso ADSL2/2+ per quanto riguarda le tecnologie di accesso convenzionali, mentre per quanto riguarda le tecnologie allo stato dell’arte sono presenti un OLT ISAM 7330 Alcatel-Lucent, equipaggiato con schede per tecnologie di accesso in rame ed in fibra, ed un OLT ISAM 7360 Nokia dedicato esclusivamente a tecnologie di accesso ottiche. Le tecnologie di accesso allo stato dell’arte che è possibile implementare con il primo OLT vanno dal VDSL2 (fino al profilo 17a con Vectoring) per linee in rame alla GPON e alla Gigabit Ethernet Punto-Punto per le linee in fibra, mentre il secondo OLT supporta la tecnologia NG-PON2, con velocità di accesso fino a 40 Gbit/s. Inoltre, è possibile aumentare ancora di più la granularità delle velocità e delle tecnologie di accesso grazie agli ONU ISAM 7353 Alcatel-Lucent (VDSL2 fino al profilo 30a), ISAM 7363 Nokia (VDSL2 fino al profilo 35b con Vectoring) e G-010F-B Alcatel-Lucent (G.Fast).

È inoltre possibile connettere alla rete altre realtà operative, in risposta ad esigenze e configurazioni specifiche, ottenendo una rete reale completa con una pluralità di tecnologie. Infine, grazie al cavo sperimentale in fibra ottica , composto da tre diversi tipi di fibre ottiche, che collega l’ISCOM con l’attestazione remota situata a Pomezia è possibile sperimentare il trasporto dell’informazione su lunga distanza in un cavo reale in fibra.

Le strumentazioni a disposizione sono molteplici e di varia natura; spaziano da analizzatori e generatori di traffico e protocolli (Spirent SPT-3U ed IXIA XGS12), simulatori di cavo “passivi” per xDSL Vectoring (Sparnex Concept 50), analizzatori di spettro opto-elettronici (Anritsu), data Comunication Analyzer (Tektronix CSA 8000), emulatori di rete (JAR:emulate), ecc.

La massima flessibilità sia in termini di configurazione che di topologia della rete, consente la realizzazione di ambienti di testing dinamici ed adattabili alle diverse esigenze specifiche.

Questa grande varietà di apparati di rete e strumenti di analisi, unita all’interconnettività tra diversi laboratori, dà luogo a numerose possibilità di impiego per il Test-Plant, tra le quali spiccano:

  • Prove di QoS (Jitter, One-way delay, Data loss, Throughput).
  • Prove di carico anche riguardo al risparmio energetico.
  • Prove su accessi di tipo xDSL.
  • Prove su accessi in tecnologia GPON, XGPON, NG-PON2 e GE PtP.
  • Prove di trasmissione “carrier ethernet” di tipo PBB-TE e MPLS-TP.
  • Prove su IPTV, HDTV, videostreaming.
  • Connessioni con VPLS, VPN L2 e VPN L3.
  • Monitoring e gestione del traffico e di servizi.
  • Misure, test e prove su link failure, disaster recovering e congestione del traffico.
  • Implementazione, sviluppo e sperimentazione di servizi, anche automatizzabili e gestibili da remoto.

Il laboratorio effettua prove di conformità di apparati speciali e sistemi di accesso su rete simulata secondo le norme vigenti e proprietarie. In modo particolare svolge misure per la certificazione di apparati di rete per l’accesso a larga banda in tecnologia xDSL nella configurazione che simula il contesto utente/centrale/web.
Effettua lavori conto terzi che riguardano la caratterizzazione e l’ottimizzazione del progetto di apparati di rete di accesso da parte di società che, non disponendo della strumentazione necessaria, si avvalgono delle risorse del nostro laboratorio.
Inoltre, il laboratorio oltre a partecipare ai tavoli tecnici dell’AGCOM sulla qualità dei Servizi (Delibera 244/08/CSP), ha curato la certificazione del software denominato Ne.Me.Sys. (Network Measurement System) con il quale l’utente può verificare che i valori misurati sulla propria linea telefonica siano rispondenti a quelli dichiarati e promessi dagli operatori nell’offerta contrattuale da loro sottoscritta.
Infine, grazie a convenzioni con le principali Università, il Test-Plant è di valido supporto a studenti che intendono svolgere tesi e stage su vari argomenti inerenti le reti ed in base alle sperimentazioni eseguite possono portare a pubblicazione di articoli su riviste specializzate e memorie a vari congressi e convegni nazionali e internazionali.

Contatti

Responsabile: Enrico Manca
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel: +39 06 5444 2175

 

 

Torna su