Il progetto ha l’obiettivo di indagare il mondo del web e dei social media pubblici per identificare le variabili e i fattori che determinano l’efficacia e l’efficienza della comunicazione pubblica digitale.

Le fasi del progetto

L'attività di ricerca prevede due fasi.

Nella prima si valuteranno gli elementi percepiti della qualità della comunicazione digitale da parte dei comunicatori pubblici, evidenziando anche le forme di coordinamento e integrazione multicanale. Questa prima fase sarà integrata da un’analisi delle conversazioni sui social media relativi ai Ministeri, per identificare e mappare i principali temi emersi e ricostruire i principali attori/nodi della rete, anche di tipo mediatico.

Analisi e mappatura costituiscono il necessario sfondo all’interno del quale verrà collocata la seconda fase. Questa avrà un duplice obiettivo: definire una metodologia di indagine qualitativa e costruire un modello di gestione strategica della comunicazione social.

Verso un libro bianco

Il progetto prevede un’attività parallela, integrata alle due fasi progettuali, con l’apertura ad altri soggetti attraverso una “Call for ideas and competence”. In questo caso, l'obiettivo è redigere un libro bianco dell’innovazione della comunicazione digitale nella Pubblica Amministrazione. Nella redazione del libro si terrà conto sia della comunicazione social, sia di quella web o comunque realizzata nelle aree del comparto digitale presidiato dalle amministrazioni.
È stato indetto un Avviso di manifestazione d'interesse con scadenza 31 ottobre 2020. Al bando si è registrata una larga partecipazione di esperti. Si è quindi proceduto alla nomina di una commissione, composta da rappresentanti del Ministro per la Pubblica amministrazione - Dipartimento della Funzione pubblica, dell’Università degli Studi di Cagliari, dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e del Ministero dello sviluppo economico.
La commissione si è insediata in data 15 gennaio 2021 e la conclusione dei lavori è prevista entro il 15 febbraio 2021.
L’esito del procedimento sarà di seguito pubblicato.

Attività

Il “Big Data” è impegnato nella raccolta ed analisi dei dati sulle comunicazioni social dei Ministeri, mentre quello della “QoS” ha condotto test di accessibilità e di usabilità per valutare la qualità della comunicazione, correlata alle emergenze causate dalla pandemia Covid-19, da parte di un campione di siti web pubblici su base regionale.

Partner

Il progetto è promosso dalla Direzione Generale TSCI-ISCTI, nell’ambito delle sue attività di ricerca nel settore delle comunicazioni (laboratorio “QoS” per la qualità dei servizi multimediali e “Big Data”), in collaborazione con l'Ufficio stampa del MISE.

Alle attività del progetto partecipano:

  • Università degli Studi di Cagliari
  • Università degli Studi di Roma “La Sapienza”
  • Fondazione Ugo Bordoni (FUB).

 

Contatti

Divisione II - Area QoS

Direttore: Antonello Cocco
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel: +39 06 5444 2939
Viale America, 201 - 00144 Roma -

 

Torna su